kung fu panda 3

Elisa, la nostra cineblogger veneta ed esperta di cinema, è andata ancora una volta davanti al grande schermo per noi. Oggi sul blog si parla di Kung Fu Panda 3, un film di animazione per grandi e piccini, che in questi giorni terrà compagnia ai bimbi a casa da scuola per per le festività pasquali. Pop corn o no? L’ultima parola ad Elisa! Gaia 

Kung Fu Panda 3

 KUNG FU PANDA 3

Di: Jennifer Yuh Nelson, Alessandro Carloni

Con:  il mitico panda Po! E i suoi amici di Kung Fu

 Si perché: se avete già visto i due precedenti film, non avete motivo per non vedere anche Kung Fu Panda 3. E se non avete mai visto gli altri episodi, beh, potete sempre iniziare da questo! La storia di Po continua sempre con il suo stile giocoso e mangereccio. Questa volta però è alle prese con “uno scatto di carriera”: non solo è il guerriero dragone, ma deve diventare Maestro. Anche se si conosce bene il Kung Fu, insegnarlo agli altri non è semplice; insegnare agli altri in senso generale è comunque impegnativo e comporta molta responsabilità.

Questo episodio è sull’ importanza dei valori familiari: strano che sia un panda a mostrarli, l’animale in estinzione da sempre conosciuto, quello che ormai ha davvero pochi parenti. Ma è forse proprio quando rischi di stare da solo che capisci quando sia importante poter contare sugli altri. Anche se sono diversi da te.

Kung Fu Panda 3

No perché: dopo due film e la serie per la tv, in effetti, un ulteriore passaggio sul grande schermo non è così necessario. Ricordo, però, che è un cartone, non è una storia vera, anche se ci sono aspetti verosimili. Pertanto, tutto quello che si vede va pesato: non è educativo, ne’ tanto meno portatore di sottintesi come qualche politico ha accusato; è un panda che mangia, combatte e si diverte, anche quando la situazione è drammatica. E’ meglio andare al cinema non sapendo che il doppiatore di Po è Fabio Volo: ops, non lo dovevo dire? Le due cose non vanno benissimo assieme: non riesco ad abbinare voce e viso dei due, un ossimoro.

Per:  tutte le età. Come tanti cartoni, non dura tantissimo, ma per un’ ora e mezza la mente è staccata dalla realtà e incollata alla nuova avventura di Po. Non è mai troppo tardi per diventare fan del più ciccioso, morbidoso panda di tutti i tempi (scriveremo all’ Accademia della Crusca anche noi…).

Casa o cinema:  c’è anche la versione 3D, per il cinema ovviamente. Questo episodio non è così fondamentale da farci correre al cinema, ma siamo in primavera: se il tempo fa capricci, sapete dove andare. È in tutte le sale!

canyonnewscom

Pop – corn: se volete essere come Po, dovete mangiare fino alla sazietà e anche oltre. I panda sono tutti belli paffuti, nonostante siano vegetariani e mangino poche varietà di bambù (sempre detto che la verdura fa male!). Buon appetito allora!

#prendilasgaia

Elisa

Articolo precedenteTEDx Vicenza: è caccia al TEDxORO!
Articolo successivoSan Marco a Venezia: la Basilica per i bimbi
Elisa Bombasin
Elisa, editor del blog “Una casalinga al cinema”, ci porterà direttamente nelle grandi sale, recensendo per Sgaialand tutte le nuove uscite e le novità cinematografiche. Elisa è una divoratrice seriale di film e la sua passione si coniuga ad un percorso formativo specifico nel settore; laureata in Storia e Critica del Cinema, Elisa cura per Sgaialand la rubrica Fast & Movie!