Dal 28 gennaio al 17 aprile Andy Warhol – 30 Years Later, celebrazione dell’artista americano a trent’anni dalla sua morte, nella magica cornice di Asolo.
Abbiamo incontrato Matteo Vanzan, curatore della mostra.

Grandi notizie per gli amanti dell’arte contemporanea in terra veneta: a partire da Venerdì 28 Gennaio il Museo Civico di Asolo ospiterà la grande mostra Andy Warhol – 30 Years Later, dedicata al grande genio a trent’anni dalla sua morte avvenuta il 22 Febbraio 1987 nella Grande Mela.

andy warhol - 30 years laterÈ difficile definire con semplici parole la figura di Andy Warhol, nato a Pittsburgh nel 1928: pittore, regista, sceneggiatore, scopritore di talenti (come Lou Reed, nato insieme ai Velvet Underground nel suo leggendario studio newyorkese, la Factory) che nel corso della sua lunga ed estremamente eclettica carriera fu capace di trasformare i simboli della cultura di massa occidentale del suo tempo in forme d’arte immediate, strappate dal loro contesto abituale e divenute emblema della decadenza morale dell’uomo del XX secolo.

andy warhol - 30 years laterL’esposizione Andy Warhol – 30 Years Later, si propone di narrare l’innovazione del pensiero warholiano in tutte le forme artistiche, ma anche aspetti privati legati al suo complesso carattere e al suo difficile rapporto con la realtà, come ci racconta Matteo Vanzan che ne ha curato ogni minimo aspetto insieme a Enrica Feltracco: “Una mostra che ha avuto quasi un anno di gestazione”, afferma il giovane ed esperto curatore originario di Lonigo (Vi), “la selezione delle opere esposte, avvenuta nei mesi scorsi, ci ha permesso di focalizzare l’attenzione non solamente sull’iconografia dell’artista americano, ma in modo più profondo sulla sua personalità con l’obiettivo di spiegare al visitatore un mondo poliedrico fatto di arte in tutte le sue forme”.

Non solo quindi le celeberrime serigrafie dedicate ad attori di Hollywood, politici, personaggi dei fumetti americani ma anche forme di consumo popolare come minestre, famosissime bevande e via dicendo, ma anche fotografie, cortometraggi e rari libri eseguiti dall’artista della Pennsylvania nel 1967.

andy warhol - 30 years laterCurioso il contesto entro il quale il visitatore riuscirà a mettersi in contatto con la realtà warholiana: il tipico museo di un antico borgo italiano, nelle cui sale sono solitamente presenti testimonianze del passato locale fin dall’epoca preistorica.
Ma è proprio in ragione di ciò che si vuole accogliere le opere del noto artista americano, come affermato dall’Assessore alla Cultura Gerardo Pesetto, per il quale “la volontà dell’Amministrazione e delle cariche del Museo Civico di Asolo è stata quella di pensare all’arte come un grande libro, dove si possono leggere i sentimenti profondi degli uomini del passato e dove, attraverso i contemporanei, si può intravedere anche il futuro”.

andy warhol - 30 years laterL’apoteosi visiva di un artista rivoluzionario, capace di modificare in maniera indelebile il concetto di cultura moderna attraverso le sue stesse icone popolari.

Andy Warhol – 30 Years Later
Museo Civico – Via Regina Cornaro 74, Asolo (TV)
Giovedi – Venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Sabato – Domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
info@museodiasolo.it